In Blog

MANI IN PASTA, ARRITAL IN CUCINA

In una cucina Arrital lasciarsi andare e dedicarsi alla preparazione di ricette senza tempo è un piacere che rende leggeri e apre alla condivisione.

Fedeli alle tradizioni in una cucina dal design contemporaneo dotata di ogni moderna tecnologia? Si può, anzi, si deve! Quando siamo ai fornelli la visione si espande, diventa ampia, globale. Cucinare è un’arte, dettata dall’ispirazione, alimentata dall’esperienza, resa più precisa da strumenti e utensili.

Si cucina per amore della vita, degli altri, di noi. Si cucina perché entrare nella stanza più calda della casa e rimanerci a lungo sentendo i profumi salire, le consistenze cambiare, i visi distendersi significa dedicarsi alla gioia, respirare, smettere di pensare.

Arrital, che da oltre 35 anni opera nel settore delle cucine moderne e nel tempo ha sempre più rappresentato i valori del design contemporaneo, della ricerca e della capacità di progettare e produrre soluzioni, asseconda l’evoluzione.

Affiancare alle ricette di casa, trasmesse di generazione in generazione, l’innovazione di una cucina dotata di soluzioni estetiche e funzionali, crea armonia e quella magia speciale che fa della casa uno spazio capace di rappresentare il modo di essere e la personalità di chi lo vive.

Cosa si cucina in una cucina moderna? La pasta fresca agli spinaci, ad esempio!

Ingredienti

  • 2 uova
  • 150 grammi di foglie di spinaci
  • 350 grammi di farina più altra per la spianatura
  • Sale

Preparazione

Lava con cura gli spinaci e mettili in una padella senza acqua ma con un poco di sale, e fai cuocere a fiamma bassa per 10 minuti, mescolando. Appena cotti strizzali molto bene e tritali finemente. Sulla spianatoia infarinata setaccia la farina creando la fontana, aggiungi il sale e le uova. Unisci gli spinaci e impasta energicamente fino a ottenere un impasto sodo e ben omogeneo. Ora puoi decidere: tirare la sfoglia con l’aiuto del mattarello o con la macchina apposita. Crea delle fasce sottili e tagliale al coltello per un effetto più casereccio oppure passale con l’apposita macchina tagliapasta.

Share Tweet Pin It +1

You may also like

L’ENIGMA DELLA LIBERTA’

Posted on 16 Agosto 2019

UN NUOVO LOOK PER UN GRANDE TEAM

Posted on 25 Ottobre 2019

Previous PostKRISTALIA. E LA PIZZA SI FA JAZZ!
Next PostFESTA DELLA DONNA, UN MAZZO DI MIMOSE O UN MAZZO DI CHIAVI?